I Fantastici 10: scopri cosa ti chiederanno i turisti stranieri

Il vostro ristorante è in una città d’arte? Avete un negozio di generi alimentari al centro del paese? O una trattoria in un vicolo del centro storico di un antico borgo?

Avete mai considerato l’opportunità di attirare un turista straniero nel vostro esercizio? A come far crescere questo segmento di mercato così importante per la nostra economia, facendo leva sul “Made in Italy”, che per noi italiani è un fatto scontato, ma che rappresenta invece un vero e proprio mito agli occhi del resto del mondo!



 Settembre, andiamo. È tempo di migrare.

Oggi vi parleremo della storia del “nostro formaggio” ed anche delle “sensazioni di settembre” ad esso legate. E vi racconteremo di una figura che appartiene alla mitologia del nostro territorio abruzzese, ma legata anche ad altre terre italiane che - da nord a sud - hanno vissuto di pastorizia per gran parte della loro storia, ereditando un patrimonio culturale antico di secoli. I pastori, gli uomini con il gregge, gli attori principali di quello spettacolo, bucolico e millenario, chiamato Transumanza.



Buitoni 1827, due secoli di cose buone in cucina!

Avete mai pensato all’inventore del prodotto che state per mangiare?

A chi è stata la persona che ha inventato la ricetta, la confezione, la forma del prodotto che state per assaggiare?

A chi ha ideato quella speciale confezione, che vi occhieggia ammiccante dagli scaffali, quando siete nel negozio sotto casa o al supermercato del centro commerciale?



L’uomo che sussurrava alle lame.

 

Oggi vogliamo raccontarvi una storia! La storia di un uomo “normale” che faceva un lavoro “normale”.

Da dietro il banco di una macelleria ad Enschot (un sobborgo di Rotterdam), ebbe una folgorazione, un’idea destinata a cambiare per sempre il suo lavoro.  Il suo intuito lo portò ad inventare uno strumento utile e preciso, oggi largamente diffuso in tutto il mondo. Uno strumento che coniugava la precisione all’estetica, passando per la semplicità d’uso.