Oggi vi vogliamo parlare del baccalà

Oggi vi vogliamo parlare del baccalà, un alimento che è entrato dalla porta principale nel novero delle ricette più gustose ed utilizzate nella nostra dieta base, quella mediterranea! Il Baccalà, ossia il merluzzo pescato e subito messo all’aria e poi sotto sale, secondo la tecnica di conservazione proveniente dai tempi dei Vichinghi, i navigatori del nord della fredda Norvegia, che è giunta fino a noi senza cambiamenti sostanziali nella procedura e nel metodo di conservazione.

Essere beccati con le dita nella marmellata!

L’antico detto la dice lunga su quanto questo prodotto sia radicato nelle nostre tradizioni e nel nostro immaginario. Il nome probabilmente deriva dalla parola portoghese marmelo, mela cotogna - dal greco μελίμηλον (melimilon), "mela di miele".

Diffusa in quasi ogni paese, ha generato una serie di leggende sulla sua origine, che hanno spesso coinvolto personaggi reali come Elisabetta d'Inghilterra e Maria de' Medici. Si narra infatti che i cuochi fiorentini che aveva voluto al suo seguito in Francia, le preparassero una gelatina a base di agrumi, un ricostituente per darle nuova forza e vigore dopo un’affannosa gravidanza. La gelatina piacque tanto alla regina che ne ordinò una gran quantità. Essa fu riposta in vasi con la scritta francese "pour Marie malade" da cui verrebbe il francese "marmalade".

Il formaggio più amato dagli italiani!

Il più amato dagli italiani! Oggi vogliamo parlarvi del Pecorino, il formaggio più amato dagli italiani, uno dei più antichi e diffusi, un vero e proprio pilastro su cui si fonda la nostra tradizione alimentare. Come vedremo, la sua zona di produzione è estesissima, praticamente “da Bologna in giù”: è infatti facile, oltre che molto caratteristico, osservare greggi di pecore al pascolo a ridosso delle nostre città, anche quelle maggiori, a Firenze come a Roma.

Tutto quello che avreste voluto sapere sulla pizza e non avete mai osato chiedere

La pizza, così come la conosciamo noi, arrivò nel 1889 quando il cuoco napoletano Raffaele Esposito creò la pizza Margherita in onore della Regina Margherita di Savoia.

Un “tricolore” gastronomico formato da pomodoro, mozzarella e basilico, per onorare la Regina e l'Italia tutta!

Talmente tricolore, che da quel giorno con “pizza” si allude all’Italia in tutte le parti del mondo.

A dircela tutta, le cose non stanno proprio così! La pizza non nasce a Napoli 128 anni fa!