Come spesso succede quando si parla di fatti e di accadimenti provenienti dal passato e sulla cui provenienza si nutre più di un dubbio, molto spesso ci si affida al proprio intuito. Oggi vi vogliamo parlare di Gelati! E dal momento che siamo tecnici in fatto di cibo e siccome il Gelato è uno degli alimenti di maggior gradimento in questi giorni tiepidi che profumano di estate, ci siamo messi un po’ in cattedra, non senza aver dato una ripassatina ai vecchi libri di storia. E allora, cominciamo col dirvi che il gelato, un gelato “abbastanza” simile a quello che oggi conosciamo tutti, proviene dalla Sicilia e più precisamente da Catania. La città è florida e orientata al futuro, intrisa di quel “sogno arabo” che sposa il gusto eclettico tipico di quella cultura con la materia prima della calda Terra di Sicilia. Aggiungete la neve, abbondantemente disponibile in città grazie alla presenza dell’Etna, che prima ancora di essere un vulcano è un’alta montagna sulla cui cima si accumula una grande quantità di neve, un grande stock di “materia prima” indispensabile per produrre un alimento di questo tipo.“Signore e Signori, ecco a voi il Gelato!” – avrà esclamato agli astanti l’imbonitore del 1600! Una novità gastronomica che arreca piacere associando al gusto la freschezza, creando uno strano mix dalla consistenza indefinibile, che può essere “bevuto a morsi!”Sono passati esattamente quattro secoli e il gelato ha attraversato tutte le mode seguendo un percorso di crescita e di notorietà che sembra non avere limiti.Il gelato italiano merita un discorso a parte! Come abbiamo visto è noto nel nostro paese da circa quattro secoli, ma inizialmente poteva essere consumato solo d’estate ed acquistato esclusivamente da piccoli produttori specializzati. E’ nel secolo scorso, alla fine del secondo conflitto mondiale, che si assiste ad una divulgazione delle tecnologie che fanno assumere al frigorifero domestico il ruolo di invenzione più rivoluzionaria del secolo.Con l’uso del frigorifero si possono conservare in casa cibi crudi (latte e carne in primis) che un tempo dovevano essere consumati obbligatoriamente in giornata. Questo porta con sé una rivoluzione nelle abitudini di consumo e nel costume della società italiana, che diventa libera di poter scegliere non soltanto cosa e come, ma anche quando mangiare.Siamo nel 1949 quando compare sul mercato nazionale il primo gelato “pensato” a livello industriale, uno stecco al gusto fiordilatte ricoperto di cacao: il Mottarello! Lo si deve all’intuito di un pioniere del Made in Italy, quell’Angelo Motta che dà il nome anche al famosissimo dolce natalizio, il panettone, di cui è inventore e paladino.Si apre ufficialmente la stagione dell’American dream, “il sogno americano”, che anticipa il fenomeno tutto italiano del cosiddetto “boom economico” generato dal piano Marshall. Sull’onda di questa rivoluzione culturale, tutto ciò che sa di “made in U.S.A” vive una stagione di grande dinamismo: il gelato è un settore che coniuga il sogno americano al gusto e alla tradizione gastronomica italiana. Nasce il gelato “da passeggio”. In cinquant’anni si assiste ad una crescita esponenziale dei consumi: dai 250 g. pro capite si passa ai 4 kg a testa di gelato.Il gelato italiano, per le caratteristiche intrinseche di prodotto e qualità di materie prime (quali latte, frutta, cioccolato, caffè) diventa un simbolo distintivo, una gamma del made in Italy apprezzata da milioni di consumatori in tutto il mondo.Dal Mottarello anni ‘50, passando per la Coppa del Nonno anni ‘60, per arrivare al Maxibon simbolo degli ’80, la corsa del gelato italiano è davvero lunga e appassionante. Noi della Gegel ne siamo interpreti e custodi, scegliendo per voi, stagione dopo stagione, tutto il meglio che la produzione nazionale può esprimere in termini di gusto, di servizio e di innovazione.Con tutta una serie di Stecchi, Coni, Biscotti, Coppe, Ghiaccioli, vaschette di tutti formati e tipologie, mini gelati e miniatures siamo in grado di soddisfare ogni richiesta, dalla grande fornitura di tipo professionale fino all’innocente capriccio del più esigente dei nostri appassionati consumatori (anche di coloro che scelgono alimenti privi di glutine e di lattosio). Cerca la nostra ampia gamma nel tuo negozio di fiducia oppure chiedi ai nostri venditori una consulenza commerciale: siamo preparati a soddisfare ogni tua esigenza!